RIAPRIAMO LA CASA MUSEO DI ALDA MERINI

MILANO I Navigli di Crescenza Caradonna
MILANO
I Navigli
di Crescenza Caradonna
Petition Title

RIAPRIAMO LA CASA MUSEO DI ALDA MERINI

Creata il 15 Ottobre  
da  Cristina Bosè
Obiettivo firme:
1.667/5.000

Petizione firmata da Emanuela Carniti, prima figlia di Alda Merini

La Casa Museo dedicata ad Alda Merini, inaugurata il 21 Marzo 2011, giorno del compleanno della Poetessa, dopo un anno e quattro mesi dalla sua morte, è stata chiusa.

Il Comune di Milano, ha riferito alla famiglia di Alda Merini che ” acausa di mancato bilancio, non può proseguire il mantenimento della casa della Poesia “

Alda Merini, la sua vita e la sua poesia rappresentano un patrimonio culturale di INESTIMABILE valore per il nostro Paese in più Milano, è proprio la città della POETESSA DEI NAVIGLI e non può fare questo.

La Casa Museo in via Magolfa 32 , va riaperta!!!

Come diceva la Poetessa ” la casa della poesia non avrà mai porte”! Chiudendo la Casa Museo abbiamo imprigionato la poesia…. LIBERIAMOLA!!

Ecco l’appello di Emanuela e Barbara Carniti:

 

“Alla morte di nostra madre, Alda Merini , inaspettatamente , il comune di Milano ha deciso di fare i funerali di Stato.

Inutile dirle la sorpresa e l’orgoglio.

In Piazza del Duomo e nel Duomo stesso c’erano migliaia di persone….

La Piazza era gremita, e persone di tutti i ceti e le età ci cercavano per dirci l’importanza della figura e della poesia di nostra madre.

Chi ci diceva di aver trovato un po’ di luce nel buio della propria esistenza , chi di aver trovato la forza di uscire dal tunnel della malattia…..

Nelle varie vicissitudini è emersa ( sempre dal Comune di Milano ) la decisione di creare una Casa Museo dedicata a Lei.

Impossibile farla nella sua abitazione, che i proprietari avevano deciso di vendere ed era oltremodo minuscola.

Dopo il trasloco , che io stessa ho fatto ( imballando e sistemando tutti gli arredi) , aiutata da Giovanni Nuti (il compositore che ha musicato le poesie di mamma, e il suo manager:Paolo Recalcati) i mobili sono stati sistemati in un magazzino , mentre le suppellettili, i libri, i quadri e quant’altro sono stati ammassati in un locale sotto il Castello Sforzesco.

C’è da dire che tutti gli arredi sono stati donati al Comune, mentre i mobili sono stati dati in ” comodato d’uso” , quindi sempre di nostra effettiva appartenenza!

Il tempo è passato…Le difficoltà tante, ed infine, dopo varie ipotesi il Museo Casa Merini è stato aperto in Via Magolfa nel 2011 , poco distante dalla vera casa di nostra madre.

Inutile dire il nostro stupore nel vedere che non era stato ricreato nemmeno l’ambiente veritiero della sua abitazione, ma un insieme di mobili e di oggetti assemblati alla meno peggio…..

Questo lo dissi a suo tempo durante l’inaugurazione, chiedendo che fosse ricreata anche soltanto una stanza , ma rispondente a quella che era stata vissuta veramente!

Le cose sono continuate così e senza nessun apparente cambiamento.

Ci sono stati , a suo tempo, incontri col Comune di Milano, in cui ci era stato richiesto uno sponsor. Peccato che nel momento in cui lo si è trovato il Comune ha deciso altrimenti, facendo da solo.

Il 3 ottobre scorso, il Comune di Milano ci invia, dal settore Musei, una mail dove ci comunica che lo stesso Comune intende valorizzare ” Casa Merini” individuando , con apposita gara d’appalto, un soggetto esterno (associazione, fondazione o altro) , chiedendoci un nulla osta in relazione ai beni appartenuti a nostra madre esposti in Via Magolfa.( ceduti in comodato d’uso).

Peccato che in questa comunicazione omettano il fatto che la Casa Museo è già da tempo chiusa e solo per caso fortuito ( le lamentele di alcune persone che vi si sono recate), ne veniamo a conoscenza.

Abbiamo fatto diverse telefonate ed abbiamo ricevuto come risposta” la Casa Museo è chiusa per mancato bilancio 2013!”

Altre notizie parlano di “scarsa” affluenza…E quindi?????

Hanno detto che la chiusura, avvenuta 2 mesi fa, è stata prontamente comunicata sul portale del turismo (informazione che nn abbiamo trovato), ma chissà perchè non a noi figlie!!!!!

A questo punto abbiamo deciso di informare della situazione Facebook.

Molte persone hanno espresso il loro disappunto ed è partito un tamtam tra la gente!

Dal gruppo ” Salviamo Casa Merini”(gruppo nato alla fine del 2011), che ha visto l’impegno di tantissime persone per salvare il muro appartenuto a nostra madre con le sue scritte, i numeri di telefono e disegni, denominato ” Muro degli Angeli”, è nata una petizione volta alla raccolta di firme.

Ed è grazie a queste persone che con il loro amore ed impegno quotidiano nei confronti della poesia di ALDA MERINI che siamo riuscite a salvarlo!

Per questo motivo la Casa Museo di Alda Merini DEVE riaprire. Per le persone che la amano e vogliono ricordarla,per ritrovare in quel luogo una parte di Lei e della Sua poesia.

Per tutti quelli che ce lo chiedono giornalmente!

Grazie

Emanuela e Barbara Carniti

 

I commenti dei firmatari

Claudio Moica se muore la poesia il mondo finirà!

3 ore fa – Rispondi

Giovanna Stelitano sindaco vergognati…..per altre cose inutili i soldi li avete …..

 

Livio Tomei Una casa è il miglior e forse il solo museo per un poeta.

 

Augusto De tommasi è stata tacciata di pazzia da viva,ricordiamola da morta.

Lunedì alle 0:00 – Rispondi

Mari Vinci ciao

Domenica alle 19:32 – Rispondi

Rossella Bargellini e perché mai l’avrebbero chiusa??!?

 

Maria Francesca Guerra Come diceva la Poetessa ” la casa della poesia non avrà mai porte”! Riapriamo la cas da Alda Merini!

 

Eleonora Nicastro Sono d’accordo al ripristino delle scienze motorie.

 

Gabriella Gennari Ada Merini, un patrimonio di noi tutti.

 

Nicoletta Lampis Riapriamo le porte alla poesia!

Sabato alle 14:21 – Rispondi

Meris Tisselli non è possibile, facciamo tutti qualcosa…

 

Tamara Zedda In nome e per amore della poesia…

 

Adolfo Corinaldesi ….abbiamo il dovere di far si che la sua Arte continui a vivere….

 

Elisabetta Manzo Per non dimenticarla riapriamo la casa museo

Alessandro Bonani per favore fate che la cultura contagi piu’ persone possibile.

 

Barbara Cimatti grandissima persona….maltrattata in vita ora diamo a lei rispetto si alla casa museo…per non dimenticare,per non dimenticarla…..

 

Luisa Pozzoni incredibile la giustificazione dell’Ente Comunale

28 Ottobre alle 19:44 – Rispondi

Michele Barbato SINDACO Pisapia lei che è un uomo di Cultura trova i fondi per aprire la casa della Poetessa MERINI

28 Ottobre 

Pierpaolo Zenga Spendiamo soldi in tante cose discutibili, perché tagliamo sempre la cultura, come fosse un orpello? L’Italia potrebbe campare di cultura, se solo fosse amministrata oculatamente.

28 Ottobre alle 12:27 – Rispondi

Enrica Mazzoli Mi meraviglio che il Sindaco Pisapia, molto sensibile nei confronti della cultura, non possa fare qualcosa. Formigoni e tutta la compagnia hanno sperperato soldi della comunità (è vero che non c’entra con il Comune), dovrebbero fare qualcosa tutte le istituzioni milanesi.

28 Ottobre  

Marisa . apriamo la sua casa

27 Ottobre 

Franco Masini E’ giusto perorare una causa giusta come questa ma non dimentichiamoci della chiesina, sempre in Milano, di S.Carlo in Lazzaretto (dei tempi della peste manzoniana) che versa in penose condizioni di abbandno.

27 Ottobre alle 9:09 – Rispondi

Nicola Giorla Naturalmente i fondi per un sacco di altre vergogne ci sono, vero?… Supporto…

27 Ottobre alle 8:51 – Rispondi

Giuseppe Parlavecchia La poesia è la nostra anima e la nostra anima è la sola cosa libera di noi .

27 Ottobre 

Orlando Serpietri D’ACCORDO. Orlando Serpietri.

27 Ottobre  

Monica Pieli senza parole…

27 Ottobre  

Mariagrazia Sbragia …in un momento storico come questo, non c’è da meravigliarsi come vengano dimenticate le pietre miliari della cultura e della letteratura del nostro paese…e come si gettino nel dimenticatoio…quando si dice l’ignoranza…

26 Ottobre 

Mauro Matteucci La poesia di questa donna è un patrimonio comune, come la sua casa museo!

26 Ottobre  

Giampaolo Pieri monumento alla cultura.

26 Ottobre  

Un pensiero su “RIAPRIAMO LA CASA MUSEO DI ALDA MERINI

Se ti piace l'articolo lascia un commento...grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...